Sabato 28 luglio il Quartetto CRAZY4SAX a Musica nel Bosco Groscavallo Torino

Sabato 28 luglio 2012 alle ore 21 il terzo concerto di Musica nel Bosco a Groscavallo con il quartetto CRAZY4SAX.
Il Novecento. Forse il secolo più affascinante e prolifico dal punto di vista artistico: Picasso, Pirandello, Warhol, Einstein, Dalì, Hemingway, De Chirico, Freud… e solo per citarne alcuni! “Avanguardia” e “Modernità” sono le parole d’ordine di un periodo che è stato testimone del repentino passaggio dal tempo oggettivo al tempo soggettivo, dall’assoluto alla relatività, dalla realtà all’inconscio, dalla consonanza alla dissonanza… tutti mutamenti che influenzarono notevolmente anche lo spirito dei compositori dell’epoca.
Ed è nel segno di questo spirito di “Avanguardia” che il quartetto di sassofoni “crazy4sax” torna a suonare sul palco di Groscavallo a stretto contatto con la natura, in occasione del terzo appuntamento della stagione 2012 di “Musica nel Bosco”. Se nell’ambito della precedente edizione il gruppo aveva proposto al numeroso pubblico un viaggio storico-musicale (dal periodo barocco alla world music), quest’anno il programma si concentrerà proprio sul secolo che ha reso grande il sassofono: il Novecento. Il concerto si aprirà infatti con due brani molto celebri, scelti ad hoc per l’occasione: stiamo parlando di “ Il Mattino” e “Nell’antro del re della montagna”, entrambi tratti dalla suite “Peer Gynt” di Edward Grieg.
A completare questa prima parte ci saranno due veri e propri pilastri del repertorio originale per quartetto di sassofoni: il “Quartett op.109” di Alexandre Glazunov e la ”Introduction et variations su une ronde populaire” del francese Gabriel Piernè. Se il brano del russo Glazunov, dopo un delicato movimento iniziale, prevede un secondo tempo nella quale prendono forma alcune variazioni su un canto popolare russo e un ultimo movimento allegro e molto brillante, la “Introduction” risulta invece caratterizzata da una malinconica introduzione che progressivamente apre la strada a virtuose variazioni sul ritornello di un ballo di gruppo, magistralmente unite dal compositore tramite repentini cambi di tempo e di sonorità.
La seconda parte del concerto, invece, si avvicinerà maggiormente alle armonie della musica pop e jazz. S’inizierà da un giovanissimo compositore italo argentino, Javier Girotto, famosissimo sassofonista jazz che con il suo “Morronga la milonga” unisce ad un tipico sound latino, armonie e improvvisazioni jazz.
Seguiranno una serie di “highlights” tratti da “Porgy and Bess”, opera dell’americano George Gershwin, cioè di colui che nel corso della sua carriera operò per rendere “più classico” il jazz di strada. Il concerto proseguirà poi con un brano di genere minimalista al confine con la musica pop di Michael Nyman che nel 1993 scrisse “Songs for Tony” e la dedicò all’amico/manager deceduto poco dopo avergli commissionato la sua più grande opera, la colonna sonora del film “Lezioni di piano”. L’ultimo brano in programma è “Ulla in Africa”, un kalipso dal ritmo frenetico e travolgente ispirato alle sonorità etniche africane, scritto dal celebre jazzista tedesco Heiner Wiberny.
L’appuntamento con i “Crazy4sax” è quindi fissato a sabato 28 luglio ore 21 nel magico bosco di Groscavallo. Parola d’ordine: autan, coperte, scarpe da ginnastica comode e… “Spirito d’Avanguardia!!”